Le tecniche di studio più insolite che possono funzionare per te

Pubblicato da Letuelezioni

Il momento di affrontare un libro o una montagna di appunti è uno dei più complicati e noiosi che esistano. Molti esperti si sono dedicati alla ricerca di metodi che facilitino lo studio e ne abbiano trovati molti la cui efficacia è scientificamente provata e che rappresentano delle valide alternative al leggere e ripetere a cui siamo invece tanto abituati. Certo, si tratta di tecniche di studio che possono sembrare piuttosto insolite e stravaganti, però perché non provare a dargli una chance?

Studia con un insegnante privato

Ma cosa succede se quei metodi di studio classici non funzionano per te? Ci sono studenti che hanno provato di tutto per migliorare il metodo di studio che seguivano a casa o durante delle lezioni private, e assicurano che i consigli che stiamo per darti in questo articolo abbiano funzionato per loro.

6 consigli per migliorare il tuo metodo di studio

Da sempre il metodo più valido per studiare è stato quello di prendere un libro di testo, leggere i capitoli che ci sono stati assegnati e poi ripeterli a voce alta da soli o con qualcuno che ci ascolti e ci corregga. Ma questo sistema non funziona per tutti, per questo molti studenti di tutte le età cercano delle alternative al leggere e ripetere che li possano aiutare nelle loro giornate di ripasso e che gli consentano di migliorare il metodo di studio che seguono.

Qui di seguito, abbiamo raccolto 6 tecniche di studio insolite che possono essere integrate nel tuo metodo di studio per aiutarti a seguire meglio la tua tabella di marcia.

Associare temi con sapori

Se sei uno di quelli che masticano un chewing-gum durante lo studio o che tengono sempre una tazza di tè o caffè sulla scrivania, prova a cambiare a seconda di quello che studi in modo da associare sempre un sapore specifico a un argomento: alterna sapori alla menta, ai frutti rossi, al limone, eccetera, le opzioni sono davvero quasi infinite. 

Infatti c'è chi dice che ricordare quello che stavi degustando, serve ad aiutare a ricordare quello che stavi leggendo in quel momento. Ê una delle tecniche di memorizzazione più curiose, ma può rivelarsi molto utile.

Se non ti piacciono le gomme da masticare, prova con qualcos'altro, caramelle, frutta o qualsiasi cosa tu possa mangiare alla tua scrivania.

Segna le pause in modo divertente

Molte persone studiano a intervalli, lavorano un'ora e riposano qualche minuto, secondo i loro bisogni. Questo sistema si chiama metodo pomodoro, viene usato sia da studenti che professionisti per alternare momenti di lavoro e di studio in modo da controllare le pause ed evitare distrazioni. Il nome deriva dagli orologi da cucina a forma di pomodoro, usati per esempio per mettere una sveglia a seconda dei tempi di cottura. Nel metodo pomodoro classico si alternano 4 blocchi temporali: 25 minuti di studio o lavoro e 5 minuti di pausa.

Ma se tutta questa organizzazione e pianificazione non fa per te, non lasciare che l'orologio ti dica quanto dovresti studiare. Riposa ogni volta che passa il pullman davanti a casa tua, oppure ogni volta che senti un rumore insolito. Oppure se siete abituati a studiare con la musica, ogni volta che alla radio suona una canzone che detesti, alzati e riposati finché non è finita. 

Parla con te stesso

Studiare ad alta voce è più comune di quanto possa sembrare e alcuni hanno il coraggio di avere conversazioni con se stessi come se fosse un esame. Può essere molto efficace per seguire e spiegare concetti complessi, soprattutto se sei una persona che predilige lo studio per ragionamento invece che mnemonico. Ma attenzione: i tuoi vicini potrebbero guardarti in modo strano.

Mangia il sushi

Alcuni esperti dicono che il pesce faccia molto bene alla memoria, per gli amanti del cibo giapponese questa è la scusa perfetta per mangiare mentre si studia. Puoi usarlo come ricompensa dopo ogni argomento che studi e che assimili con successo. 

Se il pesce non ti piace o se segui una dieta vegetariana puoi sostituirlo con banane, açaí o mirtilli: frutti ricchi di potassio che aiutano a rinforzare la memoria.

Usa la mimica

Metti in relazione gesti e movimenti con concetti, un po’ secondo lo stesso principio dell’associazione tra sapori e argomenti. 

Cerca ripetizioni nella tua città

Ad esempio, per ricordare che l'estrazione mineraria era un settore molto importante all'inizio del 20° secolo, gesticola come se tu stessi tagliando delle pietre mentre cerchi di memorizzare. Ricordare i momenti in cui facciamo cose ridicole può aiutarci a ricordare di più.

Questo metodo è sì curioso e insolito, ma non è molto diverso da quello che fanno gli attori per ricordare i loro copioni mentre devono recitare su un palco o di fronte a una videocamera.

Crea una canzone

Non devi necessariamente saper cantare e non hai bisogno di sapere come comporre una musica per poter scrivere una canzone: basta iniziare a cantare invece di leggere e potrebbe essere più facile da ricordare, perché viene associata una melodia a un testo. Esattamente la stessa cosa che fai quando vuoi memorizzare il testo della tua canzone preferita.

Trova il tuo insegnante ideale

Indubbiamente le migliori tecniche di studio sono quelle che si adattano a ciascuna persona. Non avere, però, paura di dimostrare la tua creatività e di inventare il tuo metodo personalizzato di studio. Puoi anche chiedere un consiglio a un insegnante privato con cui prendi ripetizioni o lezioni private: sicuramente conosceranno moltissimi altri trucchi per studiare che potranno insegnarti. Non importa quale sia il soggetto, la materia o l’argomento di stallo, possono sempre insegnarti a studiare tutto quello di cui hai bisogno.

Ti è piaciuto? Condividilo
© 2007 - 2022 Letuelezioni.it è un membro della famiglia GoStudent Mappa del sito: Insegnanti privati