Preparazione test d’ingresso di Psicologia, come superare l’ammissione

Pubblicato da Letuelezioni

Il fascino della psicologia è irresistibile, d’altronde parliamo della scienza che studia la mente dell’uomo e i vari processi emotivi, cognitivi e comportamentali che influenzano la nostra vita. Per poter diventare psicologi è necessaria una grande empatia, così come la conoscenza profonda dei metodi e delle tecniche di psicoanalisi. Prima di tutto, però, servirà una buona preparazione per il test di professioni sanitarie in modo da poter superare la prova d'ingresso per l'università. 

Dopo il liceo, vorresti dedicarti allo studio della psicologia a livello accademico, quindi vuoi sapere come fare ad entrare in una delle tante università di psicologia in Italia. In questo caso, possiamo darti noi le informazioni che ti servono, oltre a qualche utile consiglio su come superare il test di’ingresso.

Modalità di svolgimento del test d’ingresso di psicologia

Come? Per entrare a psicologia devi affrontare un test d’ingresso? Ebbene sì, i corsi di laurea ad accesso programmato prevedono una prova di ingresso, in quanto sono a numero chiuso. Per partecipare al test devi partecipare al bando di ammissione, quindi ti suggeriamo di tenere d’occhio il sito web della facoltà di psicologia alla quale vuoi iscriverti. 

Solitamente, il test di psicologia si tiene a settembre, questo vuol dire che dopo l’esame di maturità del liceo dovrai nuovamente metterti sui libri per prepararti al test. Come gli altri test di ammissione ai corsi di laurea in campo sanitario, anche quello per la laurea triennale di psicologia si articola in 60 domande a risposta multipla. 

Per completare la prova di ingresso avrai a disposizione 100 minuti, ovvero meno di due ore. Questo vuol dire che dovrai gestire il tuo tempo al meglio per poter rispondere alle domande. Per ogni risposta giusta, otterrai 1,5 punti, mentre per quelle sbagliate ti verranno detratti 0,4 punti. I quesiti senza risposta varranno 0 punti. 

Per poter superare il test dovrai rispondere in modo corretto ad almeno 30 o 40 domande, per questo non devi necessariamente ottenere il punteggio perfetto. Chiaramente, meglio farai e più ci saranno possibilità di entrare all’università di psicologia. Tieni conto che la commissione incaricata di giudicare i test, si baserà al 60% sul punteggio del test e al 40% sul voto dell’esame di maturità. Quindi, anche all’esame di maturità devi dare del tuo meglio!

Gli argomenti del test di psicologia

Per prepararti al meglio per il test d’ingresso all’università di psicologia, devi ovviamente conoscere quali saranno gli argomenti. Le domande si divideranno nelle seguenti materie:

  • Matematica e fisica
  • Biologia
  • Chimica 
  • Logica
  • Cultura generale

Tieni conto che le domande e la modalità di svolgimento del test possono cambiare ogni anno, per questo ti consigliamo di consultare sempre il sito dell’università dove vuoi iscriverti per avere sempre informazioni aggiornate. 

Trova il tuo insegnante ideale

Come studiare per il test di psicologia

Ora che sai come si svolge il test e le materie, non devi fare altro che studiare. La preparazione per il test d’ingresso però, non va fatta in modo dispersivo, infatti ti suggeriamo di organizzare al meglio il tuo studio in modo da non perdere tempo. 

Analizza i test degli anni passati

Per avere un’idea più chiara su come si articola il test di psicologia, puoi dare un’occhiata ai test per le professioni sanitarie degli anni passati. Diverse facoltà ti permettono di vedere i test degli anni precedenti sul loro sito web, inoltre puoi trovare anche esempi lasciati dagli stessi studenti. Ovviamente, il test non sarà mai lo stesso e le domande cambieranno ogni anno, però con le prove degli anni precedenti puoi farti un’idea più precisa sui quesiti e le risposte a scelta multipla nelle varie materie.

Prova la simulazione del test d’ingresso

Oltre ai test degli anni passati, ti suggeriamo di provare una simulazione del test d’ingresso. Sul web puoi trovare diverse prove simulate, con le quali fare pratica. Allo stesso modo, puoi usare gli stessi test degli anni passati per simulare la prova. Ricordati di usare un cronometro per rendere la prova più realistica, e di fare una media del tuo punteggio al termine della simulazione. 

Prendi lezioni private

I test degli anni precedenti e le simulazioni sono ottimi modi per prepararti al test d’ingresso di psicologia. Se però senti di aver bisogno di un aiuto, allora puoi considerare di trovare un insegnante privato, specializzato nella preparazione degli studenti ai test d’ingresso dei corsi in campo medico. Vediamo quali sono i benefici che puoi trarne.

Trova un tutor privato

  • Studio mirato: un insegnante privato può aiutarti a ripetere le materie del test d'ingresso, organizzando lo studio in modo adeguato. In questo modo potrai mirare direttamente all’obiettivo, senza perdere tempo con argomenti che magari non sono fondamentali. 
  • Prove di simulazione: con l’insegnante potrai fare delle prove simulate con maggiore attenzione e concentrazione, ricevendo anche consigli su come affrontare il test.
  • Flessibilità: con l’insegnante privato potrai prenotare le lezioni in diversi giorni e orari, così avrai una buona flessibilità per organizzare lo studio. 

Se non sai dove trovare un buon insegnante per preparare il test d’ingresso di psicologia, ti suggeriamo di iscriverti su letuelezioni. Su questo sito, potrai scegliere tra diversi insegnanti, in base al loro profilo e alla loro disponibilità.

Ti è piaciuto? Condividilo
© 2007 - 2022 Letuelezioni.it è un membro della famiglia GoStudent Mappa del sito: Insegnanti privati