• Lezioni di russo: curiosità sull’alfabe...

Cirillico: le curiosità sull'alfabeto russo

Valeria

Pubblicato da Valeria

Quando gli stranieri pensano della lingua russa la prima cosa che gli viene in mente è il cirillico, l’alfabeto affascinante e strano. Perché i russi scrivono in cirillico? È una domanda interessante.

Lezioni di russo

La questione di fede

La risposta frequente è perché il russo è la lingua slava. Però ci sono tante lingue slave che utilizzano l’alfabeto latino - per esempio polacco, ceco, sloveno, croato… E perché? Perché sono cattolici. Gli stati europei che aderirono al cristianesimo di Roma, ovvero i cattolici e i protestanti, scrivono con le lettere dell’alfabeto latino, perché la chiesa cattolica ebbe la politica di promozione dei testi sacri esclusivamente in lingua latina. Così, insieme con il cristianesimo i paesi acquisirono anche le lettere latine.

Il cirillico invece viene usato in russo, ucraino, bielorusso, bulgaro, serbo. Questi popoli sono ortodossi e presero la cristianità dal Bisanzio. La politica di chiesa ortodossa fu invece diversa da quella cattolica. Pensarono che fosse meglio tradurre la Bibbia nelle lingue locali. In tal modo furono creati gli alfabeti appositi per la divulgazione della fede.

Perché il cirillico? 

Perché l’alfabeto ha preso il nome “cirillico”? Perché l’ha inventò l’uomo che si chiamò Cirillo. Sarebbe più corretto dire che l’ha inventarono due uomini - Cirillo e Metodio. Furono due monaci, due fratelli da Salonicco, Grecia. Gli storici sono sono d’accordo tra di loro se loro furono greci o slavi. Con i parametri di oggi si potrebbe dire che furono bilingue, perché parlarono sia greco che slavo. 

Nel 863 l’imperatore bizantino Michele III ordinò tradurre la Bibbia in lingua slava e creare per questo l’alfabeto apposito. Fu così che Cirillo creò il cirillico? Sembra di no. Dicono che in quel momento fu creata "glagolita", l’alfabeto glagolitico, il più antico alfabeto slavo. Il cirillico invece fu creato più tardi dai suoi allievi.

Le riforme più importanti del cirillico

Nella storia del cirillico ci sono state alcune riforme più importanti. Oggi esistono diverse varianti del cirillico.

Una delle riforme più importanti svolse il grande riformatore russo Pietro il I. Lui semplificò l’alfabeto cirillico - lo fece più simile alle lettere latine e più comodo per la tipografia. Dopo la sua riforma scrivere diventò più facile. Forse le lettere cirilliche prima furono più belle, ma le nuove, dopo il Pietro furono più pratiche.

Studia russo online

L’ultima riforma fu nel 1918. Si sente spesso dire che questa riforma fu inventata dai bolscevichi, ma non è vero. La commissione dei linguisti e filologi cominciò a lavorare ancora prima della rivoluzione, nel 1911. D’estate 1917 il Governo temporaneo decise di cambiare l’alfabeto. E solo dopo, nell’inverno del 1917-18, i bolscevichi approvarono la legge sull’ortografia nuova.

Le lettere perse dopo la riforma del 1917

Dopo questa riforma l’alfabeto russo perse alcune lettere. 

Per esempio la lettera “Ять" (Ѣ), si pronunciava come “ie”, la lettera “I”, come nel alfabeto latino, oppure la lettera “фита” (Ѳ), fità, l’analogo della lettera “f”. 

Oltre questo furono cambiate alcune regole ortografiche, per esempio abolirono il segno duro (ъ) alla fine delle parole del genere maschile. Si dice, che dopo questa riforma, dopo aver tolto tutti i segni duri, il romanzo di Tolstoj “Guerra e Pace” perse qualche pagina. 

Un’altra riforma, più politica e non tanto ortografica, fu l’abolizione della lettera maiuscola per tutte le nazionalità. In molte lingue le nazionalità si scrivono con maiuscola. Così fu anche in russo, ma i bolscevichi costruirono “l’Internazionale mondiale” e pensarono che le nazionalità non fossero più importanti.

Sotto la stessa riforma cadde l’abolizione della maiuscola per la parola dio, essendo l'URSS lo stato ateo. Che cosa avrebbe detto Dostoevskij se avesse visto che nel periodo sovietico nei suoi libri la parola “Satana”, essendo il nome proprio, si scrisse con maiuscola, e la parola “dio” con la minuscola?

Ti è piaciuto? Condividilo
Valeria

Valeria Ponomarova vedere profilo

Insegnante di Letuelezioni

Insegna lezioni di russo, Italiano per stranieri e Pianoforte

© 2007 - 2022 Le tue lezioni è un membro della famiglia GoStudent Mappa del sito: Insegnanti privati