Come diventare un insegnante privato. Tutto quello che devi sapere

 

La sfida nel diventare un insegnante privato

Congratulazioni, se stai leggendo questo post vuol dire che hai deciso di diventare un insegnante privato. O forse lo sei già, ma hai molti dubbi da chiarire. Dare lezioni private è una grande sfida. Sarai influente nell'educare uno studente in un modo molto personale e questa è una grande responsabilità.

Tutti gli insegnanti sono molto più di semplici professori. Lasciano un segno su di noi, ci educano, ci insegnano e ci preparano alla vita. Anche in sole due o tre ore alla settimana, avrai un grande impatto nella vita dei tuoi studenti. 

Questo non è un motivo per sentire troppa pressione o onere. Questo è un motivo di celebrazione e motivazione. Insegnare è una delle professioni più belle, appassionanti e importanti del mondo, e tu lo sei in modo molto personale.

È normale avere molti dubbi e persino provare un po' di paura e insicurezza. La nostra missione è quella di renderti le cose molto più semplici, non soltanto con gli strumenti di cui sei già a conoscenza ma guidandoti con sicurezza a raggiungere i tuoi obiettivi. 

 

Inizia a dare lezioni private

 

Da dove iniziare? 

La vocazione e la motivazione sono fondamentali in un insegnante. Per questo la prima cosa da considerare è se si possiede la pazienza e la voglia di educare e insegnare a qualcuno. Se pensi di non averla, non fa niente, è un compito impegnativo per il quale non siamo tutti predisposti.

Sin dall'inizio è importante prefissarsi degli obiettivi personali come insegnante. Ad esempio, se vogliamo impartire lezioni private come qualcosa di temporaneo o se vogliamo dedicarci completamente a questo. È comune pensare che essere un insegnante privato non sia una cosa permanente, ma non deve essere necessariamente così.

Ci sono molti insegnanti che vivono dando lezioni private. Hanno studenti fissi o sanno dove trovarli, con esperienza e pazienza si può creare una buona agenda e se la tua è un’offerta competitiva potresti dedicarti a questo a lungo termine. 

Dall'altro punto di vista, dedicarsi alle lezioni private temporaneamente non ti rende meno credibile. Avere uno o due studenti può farti concentrare di più su di loro e se hai altre occupazioni può essere un modo per disconnettere in maniera produttiva. 

Il passo successivo sarà quello di creare il tuo profilo come insegnante. Non solo per pubblicarlo e presentarti, ma anche per sapere a chi potrai insegnare. Questo ti aiuterà a trovare il tuo marchio personale. Valuta:

1. Il tuo livello d’istruzione. Non considerare solo i titoli di studio, sii onesto e considera quelle materie in cui andavi bene quando eri studente. Così come non c'è bisogno di accantonare quelle in cui hai dovuto lavorare di più, potresti comunque essere di grande aiuto a tutti coloro che hanno livello inferiore al tuo. Se hai superato gli ostacoli, puoi aiutare gli altri a fare lo stesso.

2. La tua esperienza professionale. È un grande valore, non importa se non hai mai avuto esperienza nell’insegnamento. Per alcuni studenti può essere maggiormente stimolante sapere che ti sei occupato, o ti occupi di altro. Non tutti hanno bisogno di supporto scolastico e non tutti hanno bisogno dello stesso supporto scolastico. Per esempio, se sei un insegnante di chitarra, aggiungere al tuo profilo in quali gruppi hai suonato, lo renderà più interessante, o se sei un insegnante d’inglese e hai vissuto in un paese anglofono.

3. Le tue abilità personali. È molto importante che tu sappia valutare te stesso. Se hai pazienza o se sei molto dinamico. È difficile capire che tipo di professore sarai se non hai mai insegnato, ma la qualità di un insegnante privato dipende molto dalla sua personalità, quindi esplora un po' te stesso e sii onesto. Sono sicura che troverai il tuo talento come insegnante.

In realtà quello che conta di più è il tuo intuito e sapere per cosa credi di essere pronto. Ma ad esempio, se sei uno studente universitario, la cosa logica è che puoi insegnare agli studenti del liceo e se stai facendo un dottorato, puoi aiutare le persone che sono all'università o che si stanno preparando per il test di ammissione.

Se ti senti un po' perso e non sai scegliere la materia (o le materie) per le quali desideri impartire lezioni private puoi visitare piattaforme come letuelezioni.it, cercare la materia in cui sei specializzato e guardare l'offerta. Per esempio, se hai studiato fisica, inserisci nel motore di ricerca "cerco studenti" la materia fisica, lì ti appariranno le varie specializzazioni più richieste.

 

Quali sono le materie più richieste?

Scegliere d’insegnare una materia poco sollecitata ha i suoi vantaggi, è certo che ci saranno pochi insegnanti che la impartiscono e quindi i pochi allievi che ci sono saranno tutti per te. Ma queste sono le materie con più studenti, per orientarti un po': 

  • Matematica: si cercano soprattutto insegnanti per lezioni di rinforzo, ma a tutti i livelli, dal livello primario fino a quello universitario. Per essere un insegnante di matematica bisogna avere una grande vocazione e pazienza. 
  • Inglese: gli insegnanti d'inglese sono ricercati per tutti i livelli e necessità, per ripassare la materia, per imparare a parlarlo con sicurezza o solo per viaggiare. Non esistono requisiti specifici per essere un insegnante d’inglese, ma si raccomanda un livello C1.
  • Fisica e chimica: sono due delle materie più complicate dell'intero programma scolastico ed è per questo che ci sono tanti studenti, e anche all’università la richiesta di lezioni e ripetizioni di fisica o chimica sono in continua crescita. Essere un professore in questa materia richiede una grande passione per la scienza.
  • Arte: è la materia di svago e tempo libero più richiesta, specialmente da studenti di mezza età che vogliono imparare a esprimersi artisticamente. Bisogna saper padroneggiare la tecnica e soprattutto ispirare gli alunni.
  • Biologia: un'altra materia scientifica in cui molti studenti hanno bisogno di supporto e ripetizioni. Essere un insegnante di biologia è l'uscita professionale per molti studenti prima di diventare ricercatori. 
  • Francese: è la seconda lingua più richiesta nelle lezioni private e una delle lingue più parlate al mondo. Essere un insegnante di francese è una grande idea perché ci sono molti studenti e non tanti insegnanti.

 

Le qualità di un buon insegnante privato 

Tutte le professioni richiedono certe qualità che sono riferite alla vita quotidiana, ma nessuno di solito le possiede tutte. Vogliamo darti le dieci qualità del professore privato perfetto. Questo non significa che tu debba averle tutte. Ricorda solo che sono quelle desiderabili, e forse tu possiedi di già qualcuna. 

1. Responsabile. Soddisfa gli obiettivi stabiliti in comune con lo studente o i suoi genitori. È giusto e non esige ciò che non è mai stato richiesto. Non lascia inosservato ciò che non è stato fatto bene. 

2. Flessibile. Sa adattare la lezione costantemente a seconda delle necessità. Non si ferma ai metodi di insegnamento di ‘tutta la vita' e sa adattarsi con il passare del tempo.

3. Osservatore. È colui in grado di individuare i difetti e le debolezze dei suoi studenti. Una lezione non deve essere unilaterale, lascia che il tuo studente si esprima e ascoltalo.

4. Mediatore. A volte intercede in qualche conflitto. Anche se questo è più tipico degli insegnanti nelle scuole, preparati ad andare a lezione o a mediare tra padre, allievo e tutore.

5. Cooperativo. Un buon modo per trarre profitto da una lezione e guadagnare la fiducia del tuo allievo è quello di lavorare al suo fianco e non al di sopra di esso. Senza perdere la prospettiva di professore, cerca di farti vedere come una mano amica che lo aiuta, non come un altro obbligo. 

6. Ispiratore. Se ispiri i tuoi studenti a voler imparare, lo faranno anche in tua assenza. Questo è il vero obiettivo, perché solo nelle ore di lezione non si va avanti. Cerca di incuriosire il tuo allievo per quello che sta imparando, le lezioni private possono essere più dinamiche di quelle in aula, potendo commentare cose curiose che aiutano ad imparare.

7. Innovatore. Un buon insegnante deve essere completamente aperto a nuove tecniche pedagogiche. A innovare e a non essere chiuso a nulla. È fondamentale essere al corrente di temi come le nuove tecnologie, perché non sai quando può esserti utile per facilitare la tua attività. Inoltre, è probabile che altri professori lo usino rendendo i tuoi metodi più obsoleti.

8. Risolutivo. Non importa la sfida che si pone, c'è sempre un modo per risolverla. A volte non funziona al 100%  ma è comunque un tentativo. Ecco perché è così importante avere tante risorse e strumenti.

9. Empatico. È forse la qualità più caratteristica di un insegnante privato. Quando s’impartisce lezioni faccia a faccia è normale stabilire legami speciali con lo studente, per questo è necessario essere empatici. Ci sono alcune caratteristiche di questa lista che possiamo non avere, ma essere empatici è indispensabile. 

10. Carismatico. Quando si lavora così a stretto contatto con qualcuno è controproducente mantenere le distanze, cerca di essere simpatico e naturale. Gran parte del successo di una lezione privata sta nell'avere un buon rapporto con lo studente.

 

Prezzi delle tue classi e aspetti economici

Questa è la parte più noiosa, formale e probabilmente quella che genera più dubbi. La maggior parte degli insegnanti privati sono giovani ed è il loro primo lavoro, eppure per i veterani è un'attività un po' singolare.

È normale non sapere quale sia il prezzo da pagare per le nostre lezioni o se dovremmo o non dovremmo dichiarare ciò che abbiamo guadagnato. Il mercato delle lezioni è confuso e molto dispersivo, per questo vogliamo aiutarti.

Ecco alcuni suggerimenti per calcolare il prezzo da richiedere a lezione:

  • Informati sui prezzi nella tua zona, fai una piccola ricerca come se fossi uno studente.
  • Fai uno studio sul campo per conoscere il prezzo medio di una lezione della tua materia, consulta la nostra tabella per facilitare la ricerca. 
  • Non dimenticare d’inserire il costo della preparazione della classe e dell’eventuale viaggio.
  • Valuta il ritmo di apprendimento dello studente e il tempo necessario per imparare. 
  • Apprezza la formazione di cui hai bisogno nella tua vita. Se hai investito molto nell'imparare, è un valore in più da aggiungere alle tue lezioni.
  • Offri risultato e garanzia di successo.
  • Se vuoi guadagnare di più con le tue lezioni, offri qualcosa di unico.

Forse il dubbio più frequente di tutti gli insegnanti che hanno iniziato a impartire lezioni private è che cosa fare con i benefici di queste. Occorre chiarire che ogni attività professionale deve essere dichiarata al fisco. Puntuale o meno. 

Se sei un lavoratore dipendente, puoi farlo tramite la dichiarazione annuale sul reddito lavorativo. 

Se il tuo unico ingresso economico sono le lezioni private allora dovrai lavorare in proprio come freelance, aprendo una partita iva. Per farlo devi:

  • Scegliere il modello ideale sul sito dell'Agenzia delle Entrate
  • Selezionare il codice ATECO che indica il settore in cui operi (formazione, insegnamento...)
  • Aprirti la gestione separata per versare i contributi previdenziali all'INPS (pensione, malattia, maternità... con il Jobs Act anche i professionisti ne avranno diritto!)
  • Scegliere il regime fiscale (Quello forfettario è il più conveniente) 

 

Come trovare alunni

Una volta che è tutto pronto, devi solo iniziare a trovare degli studenti. La maggior parte dei professori privati iniziano perché hanno degli studenti, ma se non li hai, non preoccuparti. Le nuove piattaforme ti permettono di ripartire da zero.

Anche se al giorno d'oggi per essere un insegnante privato è indispensabile utilizzare il mondo del web, il passaparola è quello che funziona di più. Quindi dì a tutti che sei un insegnante privato, non si sa mai... qualcuno avrà bisogno di te.

Se i tuoi studenti sono contenti, saranno i primi a promuoverti

Uno dei modi migliori per attrarre studenti alle tue lezioni è andare nelle scuole o centri di formazione nella tua zona. Contatta anche altri professori, forse hanno un sacco di lavoro da fare e ti raccomanderanno.

Crea un annuncio su piattaforme come letuelezioni.it e diffondilo online. Prenditi cura dei tuoi social network e crea contenuti interessanti per farti conoscere. Non dimenticare di creare un annuncio completo e dettagliato. 

È importante creare una pubblicità di qualità, con una buona descrizione e con una fotografia che generi fiducia. Pensa a quando fai degli acquisti online, alle cose che guardi prima di ordinare un prodotto o prenotare un hotel. 

Per questo è importante che tu chieda ai tuoi studenti di darti una valutazione. Se non siete registrati alla pagina, chiedete loro di registrarsi e di lasciare un commento. Sempre più utenti si concentrano solo sulle valutazioni.

Prova a distinguerti dagli altri insegnanti, leggi gli annunci di coloro che offrono le stesse lezioni che offri tu e cerca di fare qualcosa di diverso. Potresti iniziare a generare contenuti online come ad esempio creare un blog o gestire professionalmente i tuoi social network.

 

Le tue qualità d’insegnante, come valorizzarti, promuoverti e farti conoscere

Il modo d’insegnare è cambiato molto negli ultimi anni. Soprattutto nel modo in cui si relazionano insegnanti e studenti. Usiamo sempre di più i social network per relazionarci in tutti gli aspetti della nostra vita. 

L'istruzione non fa eccezione. Così come ci siamo informati e abbiamo comprato i biglietti aerei, abbiamo scelto i nostri insegnanti privati. Ecco perché è importante avere una certa notorietà sul web.

Dobbiamo renderci conto che essere un insegnante non può essere limitato a poche ore di lezione a settimana. Molti sono gli insegnanti che già si sono trasformati in veri e propri influencers. Genera contenuti web che aiutino i vostri studenti a completare le lezioni in modo piacevole.

Se vuoi creare il tuo blog ricordati che:

  • È il complemento perfetto per le tue lezioni
  • Sii chiaro su cosa scriverai.
  • Non parlare sempre degli stessi argomenti
  • Qualità prima della quantità
  • Sii costante.
  • Impara alcune nozioni di SEO.
  • Sii attivo nei social network.

Vogliamo incoraggiarti a creare il tuo blog su letuelezioni.it

Se vuoi davvero distinguerti crea contenuti video. Ti diamo alcuni suggerimenti per essere un insegnante youtuber: 

  • Procurati un’attrezzatura basica. Basterà una telecamera, un microfono e un computer per fare delle modifiche.  
  • Pianifica i tuoi video. Non lasciare troppo spazio all'improvvisazione.
    Cura il contenuto. Non creare contenuto solo per riempire lo spazio, cerca sempre di apportare qualcosa.
  • Sii conciso. Non annoiare, quanto più puoi dire in meno tempo e meglio è. 
  • Ispira e innamora. Cerca di essere creativo e sedurre il tuo pubblico, ricorda che sei fuori dalla classe. 
  • Periodicità. La costanza è la chiave del successo sui social network.

Pubblica il tuo annuncio gratis

 

Come preparare una lezione

La tua conoscenza come insegnante è la cosa più importante da affrontare, ma non è l'unica cosa che conta. Per quanto siamo dotati di capacità d’improvvisazione, la pianificazione di una classe è la chiave del successo. 

Se non anticipiamo gli eventi lasciamo molte cose fuori controllo e possiamo arrivare a perdere un'intera classe a causa d’imprevisti, come dubbi o interruzioni dello studente. 

Definisci alcuni obiettivi. È importante trovare un consenso con l'alunno per quanto riguarda l'obiettivo da raggiungere, in modo da poter preparare tutto il necessario prima di iniziare. Bisogna anche essere un po' flessibili su questi obiettivi se non vengono raggiunti.

Prepara i temi:

  • Delimitare le tematiche
  • Prepara una lista d’idee.
  • Prepara delle domande per vedere se tutto è chiaro.
  • Organizza i tuoi studenti in anticipo con brevi schede di ciò che imparerete.
  • Prepara esempi per rafforzare la conoscenza.
  • Prepara foto e schemi per un supporto visivo.

Considerate le vostre risorse disponibili:

  • Domande.
  • Interruzioni che mettono a rischio le lezioni.
  • Usa il tuo umorismo.
  • Calcola i tempi. 
  • Prepara il tuo ambiente.
  • Prepara il materiale didattico

 

Come motivare i tuoi alunni

Quando inizieremo a insegnare, la cosa più importante sarà quella di mantenere un buon rapporto con lo studente. I migliori risultati di una lezione provengono da uno studente motivato e contento con la materia che sta imparando. 

È importante quanto difficile appassionarsi a una materia. Questo è facile se siamo insegnanti per adulti perché hanno scelto di tornare a imparare, ma è molto più complicato con i bambini che hanno bisogno di lezioni di sostegno. 

Ti diamo qualche consiglio per motivare i tuoi studenti:

  • Stimola il loro interesse. Il modo migliore per farlo è di mettere in relazione il contenuto delle lezioni con i il loro hobby e gusti. Per questo è importante comunicare e scoprire quali sono. 
  • Approfitta della vicinanza che si genera con una lezione privata per essere più empatico e guadagnarti la sua fiducia.
  • Una lezione privata è il luogo ideale per tecniche pedagogiche innovative come attività divertenti o giochi di apprendimento.
  • Mostra i vantaggi dello studio. Al di là dell'approvazione di una materia e anche se a breve termine non è sempre così visibile, col tempo capirà che imparare è qualcosa che arricchisce in tutti i sensi. 
  • Premia gli sforzi con un feedback positivo. È importante dire al tuo allievo quando sbaglia, ma non dimenticare mai di dirgli quando invece è stato bravo, sarà molto produttivo.

 

Sei pronto? Unisciti a Letuelezioni e inizia a dare lezioni private! 

Seguici
© 2007 - 2021 Letuelezioni.it Mappa del sito: Insegnanti privati